Luci nuove in periferia

Ho aspettato un po’ prima di parlare dell’incidente delle luci d’artista alle Vallette. Non volevo limitarmi a ragionamenti “di pancia” (come quelli del direttore del Circolo dei Lettori, per sua stessa ammissione). Non mi bastava cioè dire tutto il mio sdegno contro quelle dichiarazioni di stampo evidentemente reazionario e anche un po’ fascista (le periferie […]

C’è capanna e capanna

La capanna di Laugier Nel 1753, il teorico dell’architettura Marc Antoine Laugier pubblicò per la prima volta il suo “Essai sur l’Architecture”, saggio che conobbe grande fortuna negli ambienti illuministi e che aprì le porte dell’architettura al neoclassicismo. Già dall’illustrazione in antiporta si capiva la tesi dell’autore. Lo scopo del trattato era di dimostrare come […]

Abusivi senza alcuna necessità

Volevo raccontare questo aneddoto qualche giorno fa, quando il sindaco di Licata fu sfiduciato per non essersi opposto alla demolizione di un centinaio di villini abusivi. Trovavo pazzesco che un primo cittadino dovesse pagare per non essersi posto fuori della legalità. Cosa che, evidentemente, avevano fatto tutti i predecessori. E trovavo altrettanto pazzesco che alti […]

L’altare pellegrinante

Periodicamente risorge il dibattito (per così dire) sulla forma e la collocazione dell’altare nelle chiese cattoliche. Qualcuno lo vorrebbe semplicissimo, altri imponente. Alcuni sognano che scenda dai gradini e si piazzi in mezzo all’aula; qualcun altro lo vorrebbe confinare più distante possibile. Ma soprattutto, si ripropone il lamentio insistente di coloro che vorrebbero “tornare” alla […]

Progettazione partecipata tra mito e inganno

Ho sentito dire che il motivo per cui l’appalto della linea 2 della Metro torinese sta ulteriormente slittando, sarebbe che l’Amministrazione vuole rifare il progetto in modo più “democratico”, adottando forme di progettazione partecipata. Ci credo poco ma provo a prenderla sul serio. Di cosa si tratta Le strategie di progettazione partecipata sono nate nell’Inghilterra […]

I guai del MOI

L’ex Moi, mercato ortofrutticolo all’ingrosso di Torino, fu trasformato in centro olimpico per il 2006. Una parte, quella delle interessanti tettoie anni ’30, fu restaurata e destinata a centro esposizioni. Oggi langue perché gli affitti costano cari. Sull’altra parte dell’area si costruì un quartiere residenziale. Oggi ha un sacco di problemi per un sacco di […]

Maxxi-topiche da archistar

Non si direbbe che l’immagine di copertina di questo articolo ritragga un dettaglio del MAXXI, Museo delle Arti del XXI Secolo, firmato da Zaha Hadid per il Comune di Roma, che, da fuori, si presenta così: Sembra impossibile che un progetto così intenso, così vibrante, sia caduto su questioncine minimali come la quantità delle stanze […]

Fuoco su Torino

In questi giorni, Torino sembra particolarmente sensibile al fuoco. Si sono verificati sei importanti incendi al ritmo di uno ogni ventiquattro ore. I fatti Martedì 20 giugno stava per andare a fuoco Palazzo Reale, a causa di un corto circuito verificatosi nel seminterrato, ovvero nei locali delle cucine storiche. Per fortuna, l’incendio è stato domato […]

Gli spazi per l’ascolto

“Apriamo uno sportello” E’ un’espressione tipica nel “sociale”, per indicare l’apertura di un servizio di ascolto alla persona. Brutta quella parola “sportello”, perché evoca qualcosa che è l’esatto opposto di quel che si vuol fare. Lo “sportello” era quella finestrella nel vetro, dotata di vera e propria imposta, che si usava una volta nelle banche […]

Mirafiori senza fiori ma con erba d’alto fusto

L’immagine in evidenza non rappresenta un prato di aperta campagna con l’erba alta in attesa di mucche o pecore brucanti. E’ stata scattata in questi giorni in un giardino pubblico di Mirafiori, a Torino. Quand’ero io (mica per tirarmela) a occuparmi della manutenzione dei giardini in qualità di coordinatore circoscrizionale al verde pubblico, non era […]