Il monastero ideale

Il monastero ideale è quello che non fu mai costruito. E’ un po’ come in tutte le cose. Lo stesso san Bernardo di Chiaravalle diceva che “la perfezione non è di questo mondo”. Tuttavia, se si esaminano le strette analogie tra tutti i monasteri medioevali e li si paragona coi rari scritti e illustrazioni lasciati […]

Coins de Savoie – tra l’anno 2000 e il medioevo

Alla fine degli anni ’90, con un gruppo di amici un po’ matti, alcuni torinesi e altri savoiardi, fondammo un’associazione di “cultura transfrontaliera”. Lo scopo era di inserirsi proficuamente in una congiuntura tutta speciale: il passaggio al nuovo millennio e quello all’Europa unita. Si faceva un gran parlare del nuovo secolo incipiente. E d’altra parte, […]

Disegni di viaggio e di rilievo: Roma paleocristiana

Mi è tornato tra le mani un album di disegni dei tempi dell’università: un gruppo di fogli uniti in un quaderno, sui quali avevo preso appunti nelle varie chiese paleocristiane di Roma, in vista dell’esame di Storia Medioevale. Ne pubblico qualcuno. Perché disegni e non foto? Innanzitutto perché a quei tempi non ero per niente […]

Fantasie scorrette su Piazza San Giovanni

Piazza San Giovanni, la piazza del duomo di Torino, non è stata sempre brutta come la conosciamo oggi. Era innanzitutto una piazza chiusa contornata di edifici su tutti i lati. A est il duomo, sugli altri versanti case di abitazione di varia importanza. Si arrivava, come oggi, da sud o da ovest. Ma non era […]

Su “Il Nome della Rosa”

Qualche tempo fa, su Radio 3, vi fu la lettura integrale de “Il Nome della Rosa”, il celebre romanzo di Umberto Eco. Ascoltando, mi è venuta la fantasia di disegnare il famoso “edificio” per capire meglio come fosse fatto. Poi ho esteso la ricerca alle altre parti del monastero. Un po’ appoggiandomi al racconto, e […]

Fantasie da riunione

Penso che chiunque abbia provato almeno una volta nella vita il piacere di scarabocchiare qualcosa su un foglio durante una riunione: delle “fantasie”. Se poi amiamo disegnare, lo scarabocchio diventa immediatamente qualcosa di più. Io che, oltre al disegno, amo l’architettura, mi produco in qualcosa di più architettonico. Disegno prospettive fantastiche, giocate con gli elementi […]